Non esiste letteratura per bambini: c’è la letteratura!

di François Rui-Vidal

Piccola e indipendente, Edizioni Piuma pubblica Libri e App per bambini, lettori curiosi ed attenti, sempre pronti ad immergersi e giocare in ogni avventura. Dalla carta al digitale, le storie che pubblichiamo sono pensate per rendere la lettura un’esperienza divertente e particolare ricca di idee e di contenuti sempre nuovi, anche quando scegliamo di riscrivere grandi classici della letteratura per ragazzi. Dopo una prima esperienza di self-publishing  partita nel 2014 dall’idea di due mamme, oggi Edizioni Piuma è volta a sviluppare e sperimentare progetti editoriali alla ricerca di nuove esperienze per i nostri giovani lettori.

La sfida più grande che ci attende  è il nostro primo appuntamento al Bologna Children’s Book Fair 2019, dove speriamo veniate a trovarci per conoscerci.

Vi aspettiamo al Pad 25 Stand A/3
Bologna Children’s Book Fair, 1-4 aprile 2019

Dietro le quinte…

Francesca Di Martino

Editore

FRANCESCA DI MARTINO è nata a Palermo nel 1974, si è laureata in Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Urbino, ha proseguito il suo percorso di studi alla Scuola Holden di Torino, dove ha sperimentato e approfondito l’anima dello Storytelling e le sue svariate applicazioni in campo lavorativo. Da lì è passata al mondo televisivo come autore, scrivendo e mondato servizi per diversi generi di programmi televisivi, soprattutto in Mediaset. Nel mondo dell’illustrazione ha vinto il Primo Premio Scarpetta d’oro (2012) e Diritti a Colori (2017) oltre a diverse altre menzioni.  In seguito, radunando esperienze e competente nel campo dell’immagine e della scrittura, ha intrapreso la grande avventura con una socia di aprire Edizioni Piuma, una piccola e indipendente casa editrice in grado di sviluppare sia applicazioni che libri rivolti ai più piccoli. Da dicembre 2018  è unico socio della Casa Editrice.

Alessandra Florio

Web editor, translator

ALESSANDRA FLORIO. Fin da piccola, Alessandra adora le collezioni strampalate: all’asilo, c’erano le sorprese degli ovetti kinder e le razze di cani; alle elementari, ha riempito tutto un muro di cartoline; durante le medie, raccoglieva le notizie particolari dai giornali, quelli che nessuno si legge perché sono a fondo pagina e bisogna cercarle con la lente (avete presente le Storie Vere dell’Internazionale? Ecco). Poi al liceo ha scoperto La passione: le lingue. Studiare il flusso, memorizzare nuove parole, imparare parole già note ma diverse perché specchio di altre culture… Un amore che ha resistito agli studi universitari e alla tesi magistrale in teoria e tecnica della traduzione inglese. Dopo un corso in Digital Storytelling alla Scuola Holden, coniuga le lingue alla comunicazione ogni volta che le è possibile. Adesso colleziona anche testi sulla comunicazione digitale e dizionari analogici.

 

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien